Training

Il Training abilita all’esercizio della psicoterapia familiare in base al riconoscimento ministeriale della scuola (Decreto M.U.R.S.T. del 29/09/94 pubblicato sulla G.U. del 20/10/94)
Il programma formativo alla psicoterapia familiare ad orientamento sistemico-relazionale svolto dal “Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale” ha durata almeno quadriennale per un monte ore complessivo di almeno 2000. 
Il gruppo è formato da un numero massimo di 12 allievi.
L’articolazione teorica e pratica del programma nelle singole annualità è la seguente:

1° anno (500 ore)

Training specifico: 200 ore
Consiste nell’acquisizione degli elementi di base dell’ottica sistemico-relazionale che consente una chiara lettura sistemica delle situazioni: nell’analisi della domanda di aiuto; nella corretta costituzione del setting terapeutico; nell’apprendimento (attraverso roleplayng, simulate, discussione di nastri didattici) della conduzione di un primo incontro terapeutico.
Comprende, inoltre, un approfondito lavoro autocentrato sull’allievo, attraverso la descrizione del genogramma, il racconto della storia familiare, l’analisi delle fasi più significative del ciclo vitale familiare e personale dell’allievo. Il gruppo partecipa alla ricostruzione delle singole storie con un gioco di rimando e di risonanze, con molta analogia con quanto avviene nelle situazioni gruppo-analitiche.
Programma teorico: 150 ore
Si articola in lezioni e seminari per un totale di 150 ore su almeno sette materie di insegnamento:

  • psicologia generale
  • teoria e metodologia della psicologia clinica
  • psicologia dello sviluppo (prima annualità)
  • psicopatologia generale e dell’età evolutiva
  • psicoterapia della famiglia
  • diagnostica clinica (prima annualità)
  • elementi di psicoterapia (prima annualità).

Le lezioni, i seminari di quest’anno e di quelli successivi, oltre che dai didatti del Centro, possono essere svolti da docenti universitari esterni o da esperti, italiani e stranieri, nelle varie discipline.
Tirocinio nei servizi: 150 ore
Si svolge in servizi socio-sanitari pubblici o accreditati e permette all’allievo, guidato da un tutor, di acquisire conoscenze diagnostiche su una ampia gamma di situazioni psicopatologiche e, in particolare, di entrare a contatto con i problemi dell’urgenza psichiatrica, delle tossicodipendenze, dell’assistenza all’infanzia nelle famiglie e degli interventi sulla crisi.


2° anno (500 ore)

Training specifico: 250 ore
Consiste nella “supervisione diretta” dell’allievo che viene seguito e coadiuvato dal didatta attraverso uno specchio unidirezionale. Tale tecnica di supervisione diretta permette all’allievo un apprendimento guidato, seduta per seduta, della conduzione del processo terapeutico e dell’elaborazione di strategie; consentendo inoltre al didatta una ulteriore conoscenza dell’allievo, di cui possono essere discusse e analizzate, nel post-seduta e nella rilettura in gruppo della registrazione, reazioni emozionali e dinamiche controtransferali. La videoregistrazione (autorizzata) di ogni seduta permette un’analisi approfondita da parte del gruppo di allievi delle caratteristiche del sistema familiare, delle valenze della relazione terapeutica, degli sviluppi del processo terapeutico nel suo articolarsi del tempo.
Programma teorico: 100 ore
Si articola in lezioni e seminari per un totale di 100 ore su almeno cinque materie di insegnamento:

  • diagnostica clinica (seconda annualità)
  • elementi di psicoterapia (seconda annualità)
  • psicoterapia relazionale sistemica
  • psicoterapia psicoanalitica
  • psicoterapia cognitivo-comportamentale
  • psicologia dello sviluppo (seconda annualità)

Tirocinio nei servizi: 150 ore
Si svolge nei servizi pubblici o convenzionati, con le caratteristiche e le finalità dell’anno precedente.


3° anno (500 ore)

Training specifico: 250 ore
Consiste in una seconda annualità di supervisioni dirette degli allievi sulla loro conduzione terapeutica dietro lo specchio secondo modalità già descritte per l’anno precedente. Una cura particolare viene posta nel processo di autonomizzazione del singolo allievo che definisce in questa fase gli aspetti rilevanti del suo stile terapeutico e viene aiutato a rileggere con particolare attenzione le implicazioni personali messe in moto dalla evoluzione del processo terapeutico. Ogni allievo, tra il secondo e il terzo anno, deve seguire almeno due terapie complete in supervisione diretta.
Programma teorico: 150 ore
Si articola in lezioni e seminari per un totale di 100 ore su almeno cinque materie:

  • psicoterapia delle tossicodipendenze
  • psicoterapia dei disturbi psicotici
  • psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza
  • psicodinamica della coppia e tecniche di intervento
  • psicoterapia dei disturbi psicosomatici

Tirocinio nei servizi: 150 ore
Si svolge nei servizi pubblici o convenzionati con le caratteristiche e le finalità degli anni precedenti.


4° anno (500 ore)

Training specifico: 250-300 ore
Consiste nel completamento, ove necessario, dell’attività terapeutica in supervisione diretta, e di inizio della “supervisione indiretta” di casi clinici che l’allievo comincia a seguire autonomamente e che presenta al didatta, regolarmente nel corso del processo terapeutico, attraverso il riferito e l’ausilio di video- o audio-registrazioni. In tale fase formativa viene data specifica importanza alla costruzione di contesti terapeutici, alla elaborazione di strategie terapeutiche e alla articolazione longitudinale del processo terapeutico. Ogni allievo deve presentare almeno tre casi clinici diversi alla supervisione indiretta del didatta.
Programma teorico: 100 ore
Lezioni e seminari per un totale di 100 ore su almeno quattro materie di insegnamento:

  • tecniche di terapia familiare
  • famiglie multiproblematiche, maltrattamenti e abusi
  • teoria e tecniche di analisi istituzionale
  • tecniche di intervento psicologico sulle istituzioni

Tirocinio nei servizi: 100 ore
Si svolge nei servizi pubblici o convenzionati con le caratteristiche e le finalità degli anni precedenti.
Completamento della formazione clinica (100 – 200 ore)
Se il Comitato Didattico di Sede lo ritiene necessario, le attività previste per il quarto anno sono prolungabili in tutto o in parte per un quinto anno di frequenza dedicato in particolare alla supervisione indiretta.


TIROCINIO DI SPECIALIZZAZIONE

Il CSTFR sede di Urbino ha attivato convenzioni finalizzate allo svolgimento dell’attività di tirocinio per i propri allievi con le strutture pubbliche e del privato sociale (cooperative sociali, comunità terapeutiche, ecc) in modo capillare sul territorio.
Si precisa che si definiscono progetti di ricerca e di lavoro clinico da realizzare all’interno dell’attività di tirocinio.

TIROCINIO POST LAUREAM

Il CSTFR sede di urbino è inoltre convenzionato con l’Università degli Studi di Urbino al fine di fare effettuare il tirocinio post lauream previsto ai fini dell’abilitazione per la professione di Psicologo.

SEMINARI

Durante l’intero corso di specializzazione il Centro organizza cicli annuali di seminari e workshop che vengono tenuti in parte all’università di Urbino e in parte presso la sede formativa, aperti oltre che agli allievi del centro a studenti universitari e operatori del settore.
Il programma dei seminari viene comunicato all’inizio di ogni anno.

CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA

L’ammissione degli allievi ai corsi di Training è basata, oltre che sulla verifica dei requisiti richiesti per legge (laurea in medicina e/o psicologia), anche su una valutazione diretta dell’allievo che si compie attraverso un colloquio di ammissione con i didatti della scuola.
Se la valutazione è positiva il candidato viene ammesso al primo anno di Training

CRITERI DI VALUTAZIONE DURANTE IL TRAINING

Una prima valutazione avviene al termine del primo anno, definito di formazione preterapeutica: il comitato didattico di sede esprime un giudizio di idoneità dell’allievo ad accedere alla fase successiva, quella più propriamente clinica, escludendo gli allievi le cui domande, le cui motivazioni ed il cui equilibrio personale non siano ritenuti tali da assicurare una piena riuscita del progetto formativo.

ESAME E ATTESTATO FINALE

All’esame finale vengono ammessi gli allievi che, a giudizio dei didatti, abbiano seguito la formazione e svolto con impegno e profitto adeguato tutto il programma formativo.
In caso contrario può essere suggerito un supplemento di attività formativa.
Il comitato didattico di sede stende due relazioni che contengono un giudizio valutativo sul processo formativo compiuto. 
L’esame finale prevede:

  • 2 tesi teorico-cliniche elaborate dal candidato su due delle terapie condotte sotto la supervisione (diretta e indiretta) nel corso dell’iter formativo;
  • presentazione di un nastro video registrato relativo ad una terapia seguita dal candidato.

La prova finale d’esame si svolgerà presso la sede centrale del CSTFR a Roma.
La commissione d’esame è composta da 5 didatti appartenenti a sedi diverse.
La commissione esprime un giudizio di idoneità o di non idoneità.
Nel primo caso il candidato riceve un attestato finale, nel secondo l’esame può essere ripetuto dopo un anno.
Il candidato che riceve giudizio di idoneità ed attestato finale può ottenere, ai sensi delle disposizioni ministeriali, l’iscrizione all’elenco degli psicoterapeuti.